Vibrazioni Rock - Il nuovo CD della Banda di Staffolo

MondoBande.it - La banda musicale fa notizia

Sabato 18 Novembre 2017, 16:52
  Home | About us | Contatti | Pubblicazione Eventi | Privacy Policy Profili: Seguici su TwitterSeguici su Facebook   Google Traduttore:Translate with GoogleTraduire avec GoogleÜbersetzen mit GoogleTraducir con Google   RSSFeed RSS  
ARTICOLIINTERVISTERECENSIONIEVENTICORSI, CONCORSI, FESTIVALBANDE NEL WEBLINKS
Musicup - II Concorso Internazionale per Bande Giovanili - Castions di Strada (UD)
14 Aprile 2012 - Articoli - Tim Reynish Versione stampabile
L'angolo di Timothy - 4
Tecniche di prova - (Fonte: http://www.timreynish.com - Traduzione: S. Butti)

L'angolo di Timothy - 4

Tecniche di prova

  • Disciplina delle prove
  • Partenza del gruppo
  • Ritmo contro pulsazione
  • Livelli dinamici
  • Procedura di intonazione
  • Warm up - Riscaldamento
  • Pianificare la propria prova

Disciplina delle prove

  1. Provate a stare diritti semplicemente aspettando il silenzio: battere le mani, zittire, gridare o battere sul leggio sono esibizioni non musicali e un pessimo esempio. I suonatori più anziani dovranno prodigarsi per la disciplina del gruppo.
  2. Suonate fino alla fine, in modo da sviluppare lo spirito collettivo; non fermate troppo spesso.
  3. Non eccedete nella direzione, non provate troppo duramente, fate in modo che i musicisti rispondano e reagiscano.
  4. Incoraggiate il gruppo a suonare senza di voi.
  5. Abituate il gruppo a partire con il gesto preparatorio e non contando.
  6. Assicuratevi che gli archi (se ci sono), le percussioni, l'arpa, il piano, respirino insieme ai fiati sul gesto preparatorio.
  7. Mantenete una buona disciplina durante le prove: gridare e battere le mani sono esempi non musicali; incoraggiate i leader a far mantenere la disciplina.
  8. Insistete perché ogni musicista abbia una matita e una gomma e che vengano segnati sulle parti importanti rubati, respiri, bilanciamenti, articolazioni.
  9. Dimostrate quanto state gradendo il modo di suonare mostrandovi positivi: "Questo è buono ma proviamo ancora più leggero" piuttosto che "E' tutto troppo pesante e forte".
  10. Rilassatevi: un sorriso di incoraggiamento vale come 5 minuti di chiacchiere; mantenete le prove serie, ma divertenti.

Far partire il gruppo

Non contate mai all'inizio: questo è uno dei momenti dove dovete far in modo che tutti si focalizzino sulla vostra pulsazione, che idealmente non deve dare solo l'inizio e la velocità (lo potreste fare contando) ma anche l'attacco, la dinamica, l'intensità, la qualità dell'intonazione, l'inizio delle linee melodiche e delle frasi e tutte le cose musicali che avete pensato durante lo studio personale della partitura e che non possono essere messe a punto contando. Questo è il momento dove la vostra tecnica si trasforma in musica.

Ritmo contro pulsazione

  • Io scoraggio l'uso del metronomo o il battere del piede durante la prova. Sono congegni per mantenere il battito che non hanno niente a che fare con i fraseggi musicali degli ensembles, bande o orchestre di fiati che devono essere invece duttili e flessibili.
  • Portate la banda a sviluppare un proprio senso della pulsazione, lasciando suonare i musicisti anche da soli.
  • Invitate i vostri musicisti ad essere sensibili alle più sottili sfumature nella pulsazione, al vostro accento ritmico, mantenete un bilanciamento tra il loro senso della pulsazione e la vostra visione del fraseggio. Durante il riscaldamento, variate la pulsazione, l'intensità, l'attacco.
  • Insistete affinchè prestino attenzione ai valori più piccoli nella battuta.
  • Metteteli in guardia sul fatto che note più brevi generalmente si accelerano, e note più lunghe si rallentano.
  • Invitateli ad ascoltarsi l'un l'altro, cosicché ogni sezione possa adeguarsi alle pulsazioni.
  • Non preoccupatevi se la musica melodica risulta essere un po' più lenta e la musica energica un po' più veloce.
  • Ascoltate i grandi pianisti e i suonatori di archi ed analizzate la flessibilità del loro rubato e del fraseggio.
Livelli dinamici

Nell'orchestra di fiati non dobbiamo suonare troppo duramente e produrre troppo rumore.
Dobbiamo lavorare sodo per:

  • mantenere i livelli bassi;
  • anticipare gli eventi dinamici.

In generale:

  • Il crescendo deve iniziare tranquillamente, il diminuendo deve iniziare dal forte.
  • Subito piano è più efficace se preceduto da un crescendo, subito forte è più efficace se preceduto da un diminuendo.
  • Il primo fortissimo è il meno sonoro, l'ultimo fortissimo è quello più sonoro.
  • Costruite l'architettura dei livelli dinamici nel vostro fraseggio e nella vostra idea globale del pezzo.

Procedura di intonazione

Sia con gruppi inesperti che con grosse bande di solito io inizio con un Fa grave:

  • è più semplice intonare con una nota grave;
  • Il Fa è una nota buona per la maggior parte degli strumenti.

Non uso mai la macchinetta elettronica. Penso che siano utili per lo studio individuale e per migliorare il proprio senso dell'intonazione, ma in un gruppo non sono molto d'aiuto. Esse incoraggiano l'uso degli occhi piuttosto che quello delle orecchie, mentre noi direttori dobbiamo incoraggiare i nostri suonatori a concentrarsi sulla linea del basso. Inoltre usare la macchinetta è una perdita di tempo, è noioso, e non tiene conto di alcune variabili strumentali quali il colore e il timbro nonché la temperatura e l'umidità del luogo in cui si sta suonando. E' una buona cosa avere una macchinetta in sala prove a disposizione degli studenti, da usare però in autonomia; abituate i suonatori ad essere flessibili ed intonarsi l'un l'altro. Anche con orchestre di poca esperienza usare Sib/Fa o Sib/Mib per gli ottoni.

Diversificare la procedura di intonazione

  • Il lavoro essenziale qui è portare i musicisti ad ascoltarsi e concentrarsi su gruppi diversi ad ogni prova, ma iniziando generalmente con i tuba, poi baritoni, tromboni, corni, legni bassi, sassofoni, clarinetti, trombe, oboe, flauti, ottavino.
  • Comunque in una prova potreste lavorare per accordi con i tuba e i clarinetti, in un'altra con le doppie ance o i tromboni e le trombe.
  • Incoraggiate le scelte.
  • Intonate e ascoltate dall'ottava bassa, poi la quinta e poi la terza dell'accordo: spesso un cambio di bilanciamento può portare fuori intonazione.
  • Incoraggiate i leader di sezione ad assumersi la responsabilità del bilanciamento e dell'intonazione della loro sezione.
  • Anche nei periodi sotto pressione prenditevi il tempo necessario per la procedura di intonazione. Anche se il gruppo sta suonando bene c'è sempre qualche punto critico in ogni spartito.
  • Dedicare troppo tempo all'intonazione all'inizio della prova può essere controproducente: se non sono tutti "caldi", forse potreste aver bisogno di intonare, poi suonare per 5 minuti e poi intonare nuovamente e più attentamente.

Dobbiamo insistere su:

  • l'importanza che la banda intera usi le orecchie;
  • la flessibilità di una buona tecnica personale nell'intera estensione strumentale: i suonatori devono essere capaci di variare l'intonazione con un corretto uso dell'imboccatura, pressione dell'aria, posizionamento dell'ancia, uso della mano e delle diteggiature alternative.

Warm up - Riscaldamento

  • Note lunghe, scale, esercizi, corali.
  • Usate questo tempo per raffinare la vostra tecnica di direzione e per fare in modo che l'attenzione dei musicisti si concentri sul vostro modo di usare la bacchetta.
  • Incoraggiate a cantare: esperimenti dimostrano che le bande che fanno esercizi di canto suonano con una migliore qualità e intonazione.

Pianificare la propria prova

  • Inizio: warm up, note lunghe all'unisono, scale, accordi e corali;
  • Procedete con qualcosa di semplice che tutti possano suonare bene, concertato magari nelle prove precedenti.
  • A metà: affrontate il materiale più complicato e faticoso cosicché i vostri musicisti più dotati siano stimolati, facendo al contempo da traino per i musicisti meno talentuosi;
  • Finite con cose semplici, che creano in ognuno la sensazione di aver fatto una prova positiva e contemporaneamente assicurano un finale entusiastico della prova stessa.

*****

Per gentile concessione di Tim Reynish
Materiale reperibile in originale in lingua inglese nel sito del M° Reynish http://www.timreynish.com



Boario Edizioni Musicali: dal 1923 passione per la musica che si fa sentire
Mondus Novus
Soffia la musica - Andrea Oliva - DVD didattico per lo studio del flauto
 
L'angolo di Tim Reynish - La nuova rubrica di MondoBande.it!
 RECENSIONI
Leccesina
Leccesina
Di Giuseppe Piantoni
Medea
Medea
di Giuseppe Piantoni
Strumenti, suoni e colori della banda
Strumenti, suoni e colori della banda
Per conoscere e comprendere l'affascinante tradizione della Banda
Antonio Martino
2014 Editrice Salentina - Galatina
Fantastic in band
Fantastic in band
Associazione Banda Musicale Città di Orzinuovi
Direttore: Giancarlo Locatelli
Centocinquant'anni di Banda
Centocinquant'anni di Banda
La Banda Cittadina di Darfo Boario Terme ha raccolto in un bel libro tutta la sua storia, tutta da scoprire
... Tutte le recensioni 
Avviso a Compositori, Editori, Autori, ecc.: per una recensione su MondoBande.it di brani, libri o metodi, CD e DVD, contattateci.