La marcia nella musica europea – Giorgio Milazzo

E’ motivo d’orgoglio poter recensire l’opera di un carissimo e stimato amico quale è Giorgio Milazzo, persona umile e dalle spiccate doti musicali.
Come ho già detto in altri ambienti, poter recensire e presentare pubblicazioni che appertengono al mondo bandistico è una ricchezza per la banda, e sono queste pubblicazioni e i seminari che permettono ad essa di poter fare quel salto verso i mondi più alti che gli appartengono.
Come sottolineato nella presentazione del volume curata da Angelo De Paola “Nella letteratura bandistica mancava un libro che trattasse la marcia […] non esiste una storia della banda senza la marcia…“.

Quando si parla di banda musicale con persone fuori dell’ambiente, effettivamente la prima cosa che viene in mente è proprio quel gruppo strumentale che sfila per le vie dei paesi al suono e al passo di marcia. Ma fino ad ora, se escludiamo qualche testo rivolto al superamento di esami, non era stato pubblicato nulla che studiasse l’argomento sia nella sua parte storica-geografica, sia nella sua forma strutturale.
La prima parte del libro di Giorgio Milazzo, infatti, indaga la marcia su due aspetti: 1) la sua evoluzione storica; 2) l’uso e gli stili delle marce nelle varie aree geografiche europee.
Interessante è anche aver proposto ai lettori, l’uso della marcia come stile compositivo “colto” adoperato da diversi compositori attivi tra il classicismo e il romanticismo.

Nella seconda parte, invece, l’autore si sofferma su un tipo di marcia che è una prerogativa tutta italiana: la marcia sinfonica. Dopo aver tracciato la sua cronistoria passa alla spiegazione e all’analisi della sua forma, con alcuni esempi di celebri marce sinfoniche.

In appendice, infine, mette a disposizione una breve biografia di quelli che sono stati i maggiori compositori di marce sinfoniche.

E’ un libro che si legge tutto d’un fiato, per la sua scorrevolezza e chiarezza dei termini, facilmente comprensibile anche da chi non conosce una certa terminologia tecnica.
Un ottimo lavoro che ogni maestro, compositore e studente, dovrebbe avere nella propria biblioteca.

Il volume è stato pubblicato nel 2009 dalle Edizioni Musicali Animando di Sondrio, e si può acquistare contattando le stesse tramite il sito internet.

(a cura di Giuseppe S.)