Concerto per la Repubblica – Nuova Banda di Carlino

CARLINO (UD) – Sabato 1 Giugno 2019 Ore 20:45



L’associazione culturale musicale celebra il quarantennale della rifondazione con un intenso programma all’insegna della cultura, dello spettacolo e della solidarietà

 

Taglia il traguardo dei 40 anni di rifondazione la Nuova Banda di Carlino, realtà ben nota sul territorio regionale e non solo grazie all’alta qualità esecutiva e alla varietà del repertorio. L’importante “compleanno” non poteva certo passare sotto silenzio: per celebrarlo degnamente la formazione ha messo a punto un intenso programma di eventi, che si aprirà sabato 1 giugno con il tradizionale concerto per la Repubblica e che proseguirà poi, nel weekend successivo (da venerdì 7 a domenica 9), con il Festival Internazionale Bandistico Città di Carlino, organizzato dall’Associazione Culturale Musicale Nuova Banda di Carlino; l’edizione di quest’anno registrerà la partecipazione di ben 350 musicisti, provenienti, oltre che dal Friuli Venezia Giulia, dalle Marche, dalla Slovenia e dalla Croazia.

 

IL PROGRAMMA – Primo appuntamento, dunque, l’1 giugno, con la nona edizione del concerto per la festa della Repubblica, ormai consolidato appuntamento culturale nel territorio della Bassa Friulana. L’esibizione, che si svolgerà alle 20.45 sul sagrato della chiesa parrocchiale, in piazza San Rocco, impegnerà 60 musicisti che hanno prestato servizio, nel tempo, nella Nuova Banda di Carlino. La scaletta è accattivante, di sicura presa sul pubblico: «”40 anni in musica” – anticipa il maestro Luca Campagnol – è un concerto dettato dal desiderio di riunire i musicisti che in tutti questi anni si sono avvicendati, accomunati dalla passione, nella banda: il programma raccoglie, per ognuno dei quattro decenni di attività, i brani che per la formazione sono stati più rappresentativi. Un’occasione, dunque, per capire come la musica per banda sia in continua evoluzione; non a caso ho voluto utilizzare le stesse partiture eseguite nel tempo, senza rifarmi a nuovi adattamenti o arrangiamenti proprio per dare la possibilità, sia agli strumentisti che al pubblico, di percepire come la scrittura e l’esecuzione dei brani siano in perpetuo rinnovamento. I pezzi che eseguiremo spazieranno dalla marcia alla musica pop, dalle sinfonie alla musica originale per banda, dall’opera lirica alle colonne sonore dei film».

>> TUTTI GLI EVENTI